La lingua ascoltata nel pancione non si scorda mai

Quella che i bambini ascoltano nella vita prenatale e nei primi mesi dopo la nascita influenza la loro capacità di percepire e pronunciare suoni, perfino se non verrà mai parlata.  La lingua ascoltata ancora prima di nascere e nei primi mesi di vita si imprime in modo indelebile nel cervello e, in un certo senso, Leggi di piùLa lingua ascoltata nel pancione non si scorda mai[…]

L’Università punta sulle lingue: il corso di Medicina è in inglese

Svolta nell’ateneo: dal prossimo anno saranno attivate dieci lauree in lingua britannica. L’offerta viene presentata agli studenti al Campus Einaudi. L’Università scommette sui corsi di laurea interamente in inglese, anche se la conoscenza delle lingue tra gli studenti arranca. Il prossimo anno si attiveranno dieci lauree, contro le sei attuali, nella lingua di Shakespeare. La Leggi di piùL’Università punta sulle lingue: il corso di Medicina è in inglese[…]

L’azienda italiana continua a parlare poco (e male) l’inglese

Who speaks english? Nelle aziende italiane, poco i dipendenti e meglio i quadri intermedi dei manager. Il tutto, nonostante le aziende continuino a spendere (+7% nel 2015 sul 2014) . I Paesi Bassi al primo posto – insieme agli Scandinavi – e l’Iraq (40°) a chiudere la classifica. In mezzo – 20° posto – l’Italia con Leggi di piùL’azienda italiana continua a parlare poco (e male) l’inglese[…]

Italia terza per lingue studiate alle medie, l’italiano è il sesto idioma più studiato in Europa

L’Italia è terza in Europa per numero di studenti delle medie che imparano più lingue straniere. E’ quanto emerge dai dati Eurostat. Primo è il Lussemburgo, dove la scolarizzazione avviene per tutti obbligatoriamente sia in francese che in tedesco e quindi registra il 100% di allievi che studiano due lingue straniere. Seconda la Finlandia (98,4%), Leggi di piùItalia terza per lingue studiate alle medie, l’italiano è il sesto idioma più studiato in Europa[…]

Inglese, ricerca Efcs: L’Italia investe di più con meno profitto

ROMA – Paesi Bassi al primo posto, Iraq chiude la classifica. Italia 20esima, con un livello di conoscenza dell’inglese in crescita del 7,92% rispetto al 2014. A livello aziendale, il segmento della consulenza e dei servizi professionali presenta migliori competenze linguistiche, mentre gli operatori del settore della logistica rimangono in fondo alla graduatoria, insieme all’istruzione, Leggi di piùInglese, ricerca Efcs: L’Italia investe di più con meno profitto[…]

Il contadino che conosce 100 lingue: “Ricordatemi per il mio lavoro, non come fenomeno”

Riccardo Bertani, 86 anni, dopo le elementari ha studiato da autodidatta idiomi dimenticati: dal mongolo alle lingue siberiane, pubblicando oltre 1000 volumi. La sua casa è diventata un Fondo e lui invita gli appassionati di lingue scomparse ad andarlo a trovare CAPRARA (RE) – Ribelle fino in fondo, il contadino poliglotta si prepara col sorriso Leggi di piùIl contadino che conosce 100 lingue: “Ricordatemi per il mio lavoro, non come fenomeno”[…]

È “post-truth” la parola dell’anno secondo Oxford Dictionaries

Un neologismo che “definisce i nostri tempi”. La diceria senza legame con la realtà che si è affermata con Brexit e Trump. È post verità, in inglese post-truth, il neologismo dell’anno secondo gli esperti di Oxford Dictionaries. L’aggettivo denota la tendenza in voga nell’opinione pubblica di creare un’idea su un fatto d’attualità non costruita su eventi Leggi di piùÈ “post-truth” la parola dell’anno secondo Oxford Dictionaries[…]

Google Translate è ora in grado di interpretare anche il contesto

Il nuovo sistema capirà il contesto delle frasi da e verso l’inglese, in otto lingue: francese, tedesco, spagnolo, portoghese, cinese, giapponese, coreano e turco.   La traduzione funziona meglio se analizza tutto l’insieme, piuttosto che la singola parte: un po’ come guardare un quadro impressionista. Google ha annunciato un passo avanti nel suo sistema, introducendo la Leggi di piùGoogle Translate è ora in grado di interpretare anche il contesto[…]

È scientifico: chi parla due lingue è più protetto dal morbo di Alzheimer

Il bilinguismo costituisce una «riserva cognitiva» che funziona da difesa contro l’avanzare della malattia: può ritardare l’esordio di demenza senile fino a 5 anni  Le persone che parlano abitualmente due lingue sono più protette dalla demenza senile causata dal morbo di Alzheimer: la malattia infatti, nei bilingui, si manifesta più tardi (anche 5 anni dopo, Leggi di piùÈ scientifico: chi parla due lingue è più protetto dal morbo di Alzheimer[…]

English School International presenta la sua nuova proposta formativa per l’apprendimento dell’inglese

English School International: nuova carrellata di corsi per imparare l’inglese – tutti possono apprendere una nuova lingua! È tempo di tirare le somme ed il bilancio del 2016 per la English School International è più che positivo: sono stati oltre 350 i candidati che hanno certificato le loro competenze in lingua straniera, e molti di Leggi di piùEnglish School International presenta la sua nuova proposta formativa per l’apprendimento dell’inglese[…]